Programma Edizione 2018

Durante i 3 giorni di festa Piazza Guercino, via Guercino e la Rocca di Cento sono state animate da giochi per bambini, banchetti, mostre, laboratori, artisti di strada, giocolieri, installazioni, performance.

Venerdì 15 Giugno

Ore 18,30 Piazza del Guercino - Cerimonia di apertura

Dalle 17,00  Fondazione Zanandrea - Mostra fotografica collettive - Mostra di pittura

Ore 19,30 Piazza del Guercino - Performance "Il folle reo " Spettacolo del Laboratorio dei Cittadini 

Ore 21,30 Giardino Fondazione Zanandrea - MAESTRO IMPRO'  Spettacolo di Improvvisazione Teatrale

Ore 22,00 Cinema Don Zucchini - Le favole della Buonanotte Spettacolo per bambini.

Sabato 16 Giugno

Dalle 10,00 alle 19,00 Piazza Guercino  - Giochi in piazza per bambini di ogni età.

Dalle 10,00 alle 22,00 Piazza Guercino  e vie limitrofe - Mercato oggetti dimenticati e banchetti artigiani.

Dalle 10,00 alle 22,00 Per le vie del Festival  Artisti di strada, Roberto Artista/Cantastorie, Michela con le sue Marionette, MariAngela con i Tarocchi, Arianna con i ritratti e tanti altri artisti animeranno le strade del Paese.

Orari 10,00 -12,00 / 16,30 -19,30  Fondazione Zanandrea - Mostra fotografica collettive - Mostra di pittura

Convegno "L'elaborazione del trauma nel bambino allontanato" organizzato dall'Associazione RAKU

Cadere e rialzarsi - Come pensare gli aspetti traumatici nell’esperienza di AFFIDO”

 

Dalle 10,00 alle 12,30 Sala Fondazione Zanandrea 

Cadere e rialzarsi - Come pensare gli aspetti traumatici nell’esperienza di ADOZIONE”

Domenica 17 Giugno

Dalle ore 10,00 alle 19,00 Piazza Guercino  - Giochi in piazza per bambini di ogni età.

Dalle ore 10,00 alle 22,00 Piazza Guercino  e vie limitrofe - Mercato oggetti dimenticati e banchetti artigiani.

 

Dalle 10,00 alle 22,00 Per le vie del Festival - Artisti di strada Roberto Artista/Cantastorie, Michela con le sue Marionette, MariAngela con i Tarocchi  e tanti altri artisti animeranno le strade del Paese.

Dalle 15,00 alle 20,00  Fondazione Zanandrea - Mostra fotografica collettive - Mostra di pittura

Dalle 10,00 alle 12,00  Fondazione Zanandrea - La Biblioteca Vivente: la parola a.."cittadini speciali"

Dalle 10,00 alle 17,00 Cinema Don Zucchini  - Workshop " L'uso della Maschera nel Teatro"

 

Dalle 15,00 alle 18,00  Saletta Fondazione Zanandrea - Workshop di ritratto

 

Ore 15,30 Piazza del Guercino - "Ma questi Tabù"   Performance realizzata dagli ospiti delle Comunità di accoglienza del nostro territorio.

 

Ore 17,00 Giardino Zanandrea - " Il circo dei Bambini" Spettacolo per bambini realizzato dal Teatrino dell'Es

Ore 17,30  Via GuercinoEsito di Laboratorio " L'uso della Maschera nel Teatro"

Ore 18,30 Cinema Don Zucchini - "La giostra della Bassa". Performance degli allievi del Corso di Teatro realizzato dalle Sementerie Artistiche

Ore 21,30 Teatro Pandurera - Cuori - Studio finale del laboratorio teatrale dell'Università Aperta di Cento - Fondazione Teatro Borgatti a cura di Marco Cantori (Teatro Perdavvero)

Ore 22.00 Giardino Zanandrea- FREERAGGIO: progetto Musicale inedito con sonorità blues, psicadeliche e pop.

Spettacoli

Il folle reo Spettacolo del Laboratorio dei Cittadini 

Da Gennaio 2018 un numeroso gruppo di cittadini di ogni età e provenienti da diverse zone della nostra Regione  si incontrano per giocare, scrivere, cantare, ballare e vivere un’esperienza sociale collettiva. Il lavoro ha portato alla realizzazione di una Performance che si svilupperà nei luoghi dedicati al festival coinvolgendo i grandi e i bambini presenti. 

Regia e Drammaturgia: Angela, Daniela, Claudia, Luca, Mariacristina, Marieva, Paola.

Organizzato da Associazione RAKU

 

Maestro Imprò Spettacolo di improvvisazione teatrale

Una serata di improvvisazione Teatrale e Spettacolo all'insegna della risata, con gli allievi del corso di Improvvisazione Teatrale di Cento ImprovvisaMente e della Compagnia Zoè Teatri di Bologna 

 

Le favole della Buonanotte  Spettacolo per bambini

“Gina e il pesce rosso”

“….La gatta Gina è triste perché il suo pesce rosso ha qualcosa che non va. Non nuota, non si muove, rimane fermo sdraiato sulla schiena. A nulla vale il solletico sulla pancia che il suo amico Ugo prova a fargli, né il tentativo di agitare la boccia creando delle onde per ridestarlo. Solo Carlo la giraffa trova le parole per spiegare quello che è accaduto….”

“La storia della Libellula coraggiosa”

“C'era una volta uno stagno. E sul fondo soffice di questo stagno vivevano piccole larve di libellula. Il paesaggio in cui si muovevano era un bosco di piante acquatiche sempre in movimento, sui cui steli le larvette si dondolavano come in una culla. Ogni tanto una larva diventava un po' più grande delle altre e veniva presa dalla voglia di salire in superficie. Le compagne la vedevano arrampicarsi su uno stelo d'erba e sparire per sempre. Questo le rendeva molto tristi ma anche molto curiose. Una piccola larva coraggiosa promise che, quando fosse stato il suo turno, sarebbe tornata sott'acqua a raccontare alle compagne la sua avventura. E il grande giorno arrivò…”

Presenze fragili spettacolo realizzato dal Laboratorio ragazzi di Pieve di Cento.

“Tutto il mondo è un palcoscenico e gli uomini sono soltanto degli attori che hanno le loro uscite e le loro entrate. E ognuno, nel tempo che gli è dato recita molte parti". (William Shakespeare)

Apparire, in questo tempo, ha una valenza maggiore dell'essere, l'immagine è la prima cosa che si "spende" nel contattare l'altro. Essere è l'identità della persona, la sua intima natura,  continua......

Figli di una cavalcata una performance di Gruppo Elettrogeno teatro

”…sono un taglio netto, sono il pensiero che svanisce e la voglia di vincere che resta, sono l'orgoglio eroico, l’orgoglio cieco, l'orgoglio greco, l’orgoglio che viene dall'Africa, dall'Europa, dall'Asia e dall'America insieme, sono la terra che gira e resta ferma …”

 

Parla il Minotauro, si presenta a più voci, figlio di un dio, figlio di una cavalcata destinata a scoperchiare le vite di tutti coloro che hanno desiderato per lui una casa a prova di uscita. Agitate esistenze trasposte una nell’altra, gli abitanti di questo mito avanzano insieme e condividono parole correnti che divampano nei petti.

 

Con gli attori e le attrici non vedenti, ipovedenti e vedenti di Gruppo Elettrogeno-Orbitateatro e i partecipanti al laboratorio di teatro “A occhio e croce”:

 

Regia: Martina Palmieri
Parole: Martina Palmieri, gli attori e le attrici della compagnia Gruppo Elettrogeno-Orbitateatro e i partecipanti al laboratorio di teatro 'A occhio e croce'.

 

Una produzione Gruppo Elettrogeno e la Rete dei Teatri Solidali della Città metropolitana di Bologna.

Fantasia di marionette 

Curiose performance con marionette a filo animate a vista

C'era una volta un bosco fatato, da maghe, spiriti e gnomi abitato.

Lo gnomo Pinolo, sempre assonnato, e molto pauroso, cerca un posto tranquillo per far riposo...

Nel bosco, tra stupore e sorrisi, si intrecciano le storie delle marionette di legno:

Calipso e le sue magie, lo Gnomo Pinolo, Adelante il pulcino, Agostino spirito innamorato, Uga equilibrista.

Uno spettacolo senza parole, dove musica e movimento trasportano in un mondo poetico, con l'aiuto di un ingrediente magico: la polvere di ali di farfalla.

 

Teatro a dondolo

Idea Costruzione e Animazione : Michela Cannoletta

Regia : Giovanni Paternoster

Piene di destino - Marianne Faithfull

spettacolo biorock un progetto di Angela Malfitano

Marianne Faithfull, discese e risalite

A 16 anni con "As Tears Go By" diventa protagonista della Swinging London degli anni Sessanta al fianco di Mick Jagger,suo compagno. Da quel momento inizia una vita sulle montagne russe, da star a tossicodipendente e clochard sui marciapiedi di Londra, e poi la grande risalita, la musica, il teatro e il cinema con Godard, Van Sant, Sofia Coppola e infine il film che la consacra "Irina Palm".

Una vita fatta di dolore, ma anche determinazione, la storia di un'icona, " Marianne Faithfull".

Angela Malfitano e in scena con il suo spettacolo, canzoni e pagine tratte dall'autobiografia dell'artista, tradotta in italiano dalla stessa attrice.

"Marianne è una sopravvissuta. Doveva morire per droga come i suoi coetanei all'inizio degli anni ’70. -

 dice Malfitano - una cantante che è arrivata alla musica per caso, ha subito lo star system, ma ha saputo anche liberarsi dalle imposizioni delle case discografiche e ancora oggi, a 72 anni, fa concerti da standing ovation. Una donna straordinaria che non sa di esserlo, in un camerino di Chambery un anno fa mi ha detto " Meravigliosa io? Non credo proprio!"

Da "il Corriere della sera"

Voce recitante e canto Angela Malfitano

batteria e electronics Francesco Brini

set video Roberto Passuti - tecnico Paolo Falasca –grafico Alberto Sarti

Ma questi Tabù

Performance realizzata dagli ospiti delle Comunità di accoglienza del nostro territorio. Grazie all'impegno degli ospiti di alcune Comunità presenti in provincia di Bologna, abbiamo realizzato diversi laboratori teatrali al loro interno. Da questo lavoro, che si è protratto per alcuni mesi, ne è scaturita una breve performance dove gli attori potranno esprimersi su un tema, i Tabù, di grande interesse.

Conduzione: operatori Associazione RAKU diplomati presso la Scuola di Attore sociale  "Isolecomprese" di Firenze.

Il Circo dei Bambini

Spettacolo d’animazione con burattini, marionette e pupazzi mossi a vista. 

Teatrino dell'Es

Il presentatore, Vittorio, aiutato da un Pierrot animatore, Rita,  animeranno tantissimi personaggi burattini e marionette:Rino l’uccellino che vuole deporre le uova , Barattolo il ginnasta, Mario l’acrobata, il serpente addomesticato e tanti altri ancora.

Testi: Rita pasqualini

Regia: Vittorio Zanella del Teatrino dell’Es

LA GIOSTRA DELLA BASSA

Performance degli allievi del Corso di Teatro realizzato dalle Sementerie Artistiche

“La ricerca dell’altro, quando diverse solitudini si incontrano e si intrecciano. La quotidianità diventa eccezione quando si svela il cuore di ciascuno”

Lo spettacolo nasce dal percorso di improvvisazione degli allievi del primo anno del corso di Teatro organizzato dalle Sementerie Artistiche.
I testi sono originali e costruiti assieme ai partecipanti. Il lavoro si è concentrato sulla composizione di immagini anche attraverso l’uso del corpo e la ricerca dello stato creativo utile all’improvvisazione scenica

Conduttori: Julio Dante Greco e Manuela De Meo
Attori: Angelo Bertoldi, Barbara D’Andò, Cristina Gueli, Gianni Ognibene, Giulia Galiera, Lucia Laruccia, Mario Balsamo

CUORI

Studio finale del laboratorio teatrale dell'Università Aperta di Cento - Fondazione Teatro Borgatti a cura di Marco Cantori (Teatro Perdavvero)

Abbiamo lavorato su quattro brani originali ispirati ai temi delle relazioni umane e della felicità in senso lato: "Il condominio", "Gruppo di terapia", "Ladri di felicità" e "Il monte della gioia" 

Con: Michele Accorsi, Alessandra Bellini, Myriam Boetti, Daniele Bongrazio, Elena Cassani, Elisa Cortesi, Maria Teresa Gallerani, Mina Larocca, Francesco Malaguti, Melissa Manservisi, Laura Mirandola, Fabio Palma, Stefania Pareschi, Natascia Poli, Alberto Rabboni, Valentina Rebecchi, Elena Rimondi, Alessia Rizzoli, Flavia Rossi, Silvia Roversi, Chiara Sassi.

Testi: Chiara Sassi

Regia di Marco Cantori

FREERAGGIO in concerto

progetto Musicale inedito con sonorità blues, psicadeliche e pop.